Contesto socioeconomico

La sanità elettronica – dunque l’applicazione alle attività assistenziali rivolte ai cittadini delle tecnologie dell’informazione e comunicazione (Health care informatics) e delle tecnologie di rete (e-Health) – appare sempre più come una componente imprescindibile del Sistema sanitario nazionale. Lo stesso Ministero della salute riconosce nell’innovazione digitale uno strumento essenziale per assicurare da un lato i nuovi bisogni di salute della popolazione che emergono dalla progressiva variazione del contesto socio-demografico, e dall’altro la sostenibilità futura del Sistema sanitario nazionale.

Questo contesto sta già oggi condizionando, in modo sensibile, le pratiche e le tecnologie con cui le strutture del Sistema sanitario nazionale – tipicamente le Aziende sanitarie – formano, gestiscono e conservano i propri documenti e archivi sanitari digitali: questi vanno perdendo parte dei caratteri tradizionali attribuiti ai supporti documentari, giacché documenti e archivi emergono come componente di una più ampia e complessa dimensione rappresentata dalla sanità elettronica.

Da qui l’esigenza di figure professionali che sappiano coniugare le specificità della sanità elettronica – in termini di finalità, metodi e contenuti tecnologici – con una corretta metodologia per la formazione, gestione e conservazione dei documenti e archivi sanitari digitali.