Profilo professionale

Il Corso DASDI intende sia fornire ai professionisti e operatori sanitari le conoscenze, le abilità e le competenze necessarie per governare i processi di digitalizzazione e poter così utilizzare al meglio le tecnologie dell’informazione e della comunicazione e le tecnologie di rete per una gestione della documentazione sanitaria digitale efficace sul piano assistenziale, corretta rispetto alle tecniche del records management, rispettosa del dettato normativo, sia formare una figura professionale ad alto livello di specializzazione in ambito sanitario e socio-sanitario in grado di svolgere i ruoli e le funzioni di seguito specificate, anche nella previsione che questi ruoli e funzioni o parti di esse possano essere svolte dai professionisti, operatori, tecnici che già oggi operano all’interno e per conto del Sistema sanitario nazionale.

Ruoli:

  • Records manager per il settore specifico della documentazione sanitaria digitale, ruolo che nel nostro ordinamento giuridico corrisponde alla figura del “Responsabile della gestione documentale” che anche le Aziende sanitarie devono obbligatoriamente istituire ai sensi del DPCM 3/12/2013
  • Responsabile della conservazione degli archivi sanitari digitali, esplicitamente previsto nel DPCM 3/12/2013, che le strutture sanitare devono individuare al loro interno anche nel caso in cui intendano avvalersi dei servizi di un Conservatore accreditato esterno.

Funzioni:

  • fornire i requisiti funzionali per la progettazione di sistemi dedicati alla gestione documentale sanitaria digitale, integrati con i sistemi informativi ospedalieri e con le reti di e-Health;
  • presiedere alla corretta formazione, gestione, archiviazione e selezione dei documenti sanitari digitali prodotti da un’Azienda sanitaria – tenuto anche conto degli standard tecnologici specifici esistenti per questo dominio documentale – in modo tale che essi risultino affidabili, autentici, usabili in accordo con gli standard e le pratiche cliniche;
  • definire la metadatazione dei documenti sanitari digitali, sia in rapporto al nuovo ruolo acquisito dai metadati in tema di affidabilità, autenticità, usabilità del documento digitale, sia in relazione agli standard tecnologici specifici nel campo della documentazione sanitaria digitale;
  • adeguare la formazione, gestione, archiviazione dei documenti sanitari digitali prodotti da un’Azienda sanitaria in funzione di quella reingegnerizzazione delle attività assistenziali, per processi o percorsi di cura, che sempre più si va diffondendo nel Sistema sanitario nazionale;
  • collaborare con i progettisti delle soluzioni applicative nel campo della sanità elettronica, per rendere possibile un corretto riuso dei documenti e archivi sanitari digitali sia nel contesto dei nuovi servizi resi possibili dalle tecnologie dell’informazione e comunicazione (ICT), sia nel contesto delle reti di e-Health;
  • assicurare la conservazione dei documenti e degli archivi sanitari digitali, predisponendo il manuale di conservazione e svolgendo le attività di verifica, controllo e monitoraggio previste nel processo conservativo digitale sviluppato ai sensi della normativa vigente in materia.